NOTA! Questo sito utilizza i cookie

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

a cura del Prof. David Giovanni Leonardi (docente di Storia ed Estetica Musicale)

 

9 dicembre 2017

Musiche di Dvořák, Respighi, Schnittke, Elberdin per il progetto sinfonico-corale natalizio del Conservatorio di Udine diretto da Walter Themel

Giunto alla quarta edizione, il progetto natalizio che il Conservatorio “Tomadini” di Udine dedica a pagine sinfoniche e sinfonico-corali in collaborazione con l’U.S.C.I, Unione Società Corali del Friuli Venezia Giulia, vedrà il suo primo appuntamento concertistico realizzarsi martedì prossimo, 12 dicembre alle ore 20.45 a Spilimbergo (PN), Duomo di S. Maria Maggiore, con replica il giorno seguente, 13 dicembre alla stessa ora, come da tradizione presso la Chiesa di S. Pietro Martire a Udine. La collaborazione tra il Coro Giovanile Regionale del Friuli Venezia Giulia diretto da Petra Grassi e l’Ensemble Strumentale del Conservatorio “J. Tomadini” di Udine è stata istituita al fine di presentare una pregevole e poco nota pagina di Ottorino Respighi, Lauda per la natività del Signore per soli, coro, strumenti pastorali e pianoforte a quattro mani, composta nel 1930 per l’Accademia Chigiana di Siena e oggi interpretata nei due concerti dal soprano Laura Ulloa (Un angelo), dal mezzosoprano Lilia Kolosova (Maria) e dal tenore Fabio Cassisi (Un pastore). Il concerto, ideato e diretto da Walter Themel, si aprirà con l’esecuzione di Serenata per dieci strumenti a fiato, violoncello e contrabbasso op. 44 di Antonín Dvořák a cui seguiranno due pagine corali, Otche nash di Alfred Schnittke e Cantate Domino di Josu Elberdin; in chiusura, Schneestille da una melodia di F. Gruber, opera di Alessio Venier, violinista e compositore, recente diploma di secondo livello con lode e menzione al “Tomadini”. Il progetto, inserito nel cartellone concertistico “Nativitas 2017”, prevede come ogni anno un’articolata rete di collaborazioni che, oltre al Conservatorio di Udine e all’U.S.C.I. del Friuli Venezia Giulia, comprende l’Unione Società Corali delle Provincie di Gorizia, Pordenone, Trieste Udine e l’Unione dei Cori Sloveni, con il patrocinio di FENIARCO, Federazione Nazionale Italiana delle Associazioni Regionali Corali e il sostegno di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e Fondazione Friuli. I concerti sono altresì inseriti nel cartellone di dicembre dei “Concerti e Conferenze del Conservatorio di Udine”, realizzato con il sostegno di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Udine e Fondazione Friuli.

 

4 dicembre 2017

Collaborazione delle classi di composizione del “Tomadini” con l’Accademia di Musica di Lubiana per un concerto con otto prime esecuzioni assolute

Il Conservatorio di Udine dà inizio alla programmazione mensile dei “Concerti e Conferenze” del nuovo anno accademico 2017-2018 con un appuntamento che segna la prosecuzione di una duratura e proficua collaborazione delle classi di Composizione dei docenti Renato Miani e Mario Pagotto con gli istituti musicali di alta formazione delle regioni e degli stati contermini. Protagonista del concerto che si terrà al “Tomadini” dopodomani, mercoledì 6 dicembre alle ore 18.00, la collaborazione con “Akademija za glasbo” di Lubiana (SLO) dalla quale è scaturito un articolato e coinvolgente progetto concertistico comprendente ben otto prime assolute di nuove composizioni ideate dagli studenti delle due prestigiose istituzioni. La prima parte sarà interamente dedicata ai compositori del Conservatorio di Udine Cristina Cristancig, Arianna Plazzotta, Silvia Valentini e Felice Di Paolo, che proporranno le loro nuove creazioni Polvere (a tutte le Angela del mondo), Variazioni sull’Irrisolto-Omaggio al Preludio XVII di Dmitrij Šostakovič, Emersione e Una melodia. La seconda parte presenterà quattro nuove pagine, Čudno pismo, Samogovor prekletega, Bubbles e Godalni kvartet št. 2 dei giovani studenti dell’Accademia di Lubiana Ana Krstajić, Tilen Lebar, Matic Romih e Tine Bec. Gli assiemi vocali e strumentali delle due istituzioni saranno composti dai docenti e studenti Nataša Trček (soprano), Laura Felicijan, Barbara Spital (flauto), Tadej Piko, Vida Vatovec (sassofono), Mojca Batič, Ana Cotič, Nadja Perovič (violino), Barbara Grahor, Hana Lavrinc, Andrea Scaramella (viola), Thomas Bulzis, Polono Soban (violoncello), Joana González Subirá, Gašper Livk (contrabbasso), Eugenio Almacolle, Fabio De Cecco, Felice Di Paolo, Simone Grassi (marimba, Glockenspiel e percussione), Urška Ritharšič (arpa), Riccardo Burato, Matteo Di Bella, Marija Mitrović, Lorenzo Ritacco (pianoforte), Steven Loy (direttore in Samogovor prekletega). La replica del concerto è prevista per il giorno successivo, giovedì 7 dicembre alle ore 19.30 presso l’Accademia di Musica di Lubiana.
Il concerto è il primo appuntamento del cartellone di dicembre dei “Concerti e Conferenze” del Conservatorio di Udine, realizzato con il sostegno di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli e Comune di Udine.

 

27 ottobre 2017

I docenti Bertoli, Caldini e Lenti lunedì prossimo in concerto per l’ultimo appuntamento del ciclo “America!”

A conclusione dell’anno accademico e del programma concertistico di ottobre, il Conservatorio di Udine propone l’ultimo appuntamento del tema dell’anno dedicato alla musica americana. Lunedì prossimo 30 ottobre alle ore 17 nella sede del “Tomadini” il concerto di musica da camera dal titolo “America!” vedrà riuniti i docenti Sandro Caldini (oboe e corno inglese), coordinatore del progetto, Alarico Lenti (fagotto) e Franca Bertoli (pianoforte), all’insegna di un itinerario musicale interamente costituito da affascinanti e poco note pagine del Novecento statunitense, brasiliano e messicano. In apertura l’enigmatico Upingos per oboe solo di Carlos Chavez (1899-1978), quindi Rhapsody per fagotto solo di Wilson Osborne (1906-1979) e A six letter letter per corno inglese solo di Elliott Carter (1908-2012); ai due strumenti a fiato si unirà Franca Bertoli per l’interpretazione di Ciranda da sete notas per fagotto e pianoforte di Heitor Villa Lobos (1887-1959), Sonatina per oboe di José Siqueira (1907-1985) e, in conclusione, le avvincenti pagine per oboe, fagotto e pianoforte Café-Expresso (Chorinho) di Denis Brean (pseudonimo di Augusto Duarte Ribeiro, 1917-1969) e Trio, complessa creazione di un giovane André Previn (1929), noto pianista Jazz, compositore e direttore d’orchestra nato da famiglia tedesca di discendenza ebraica russa e naturalizzato statunitense, sei premi Oscar per colonne sonore e canzoni negli anni Sessanta.
Il concerto è l’ultimo appuntamento del cartellone di ottobre dei “Concerti e Conferenze” del Conservatorio di Udine, realizzato con il sostegno di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli e Comune di Udine.